Home Manifestazioni Eventi Budrio Racing Show 2010

altBudrio Racing Show


I giorni 1 e 2 Maggio 2010 come ormai di consueto da alcuni anni si è svolta una manifestazione in un piccolo paese che si trova ad alcuni chilometri da Bologna,Cento di Budrio,questa manifestazione si chiama Racing Show.Nata dalla passione per i motori di uno dei più grandi collezionisti italiani di Yamaha TZ da Gran Premio,Pierluigi Poggi classe 1938 è riuscito nell’intento di organizzare una manifestazione non competitiva utilizzando come tracciato la zona industriale di Cento.

Il percorso chiuso al traffico e ben delimitato da balle di paglia rivestite per evitare sia lo sfaldamento che l’idurimento in caso di pioggia si snoda come ci si può immaginare tra cancellate,marciapiedi e pali di vario tipo,ma ben protetti per evitare qualunque tipo di danno ai piloti in caso di scivolata,insomma un tipico tracciato di quelli che fino alla fine degli anni 80 era facile trovare nei vari campionati nazionali.Grande partecipazione dei vari appassionati arrivati da molte parti d’Italia con moto di tutte le marche e cilindrate dai 50 ai 750,non potevano mancare come ogni anno i possessori di Yamaha TZ che si sono ritrovati sotto ai gazebi del Club TZ Italia per esporre e poi guidare le proprie moto ed assaporare la familiare ospitalità del signor Poggi presidente del Club.alt

Molte le TZ presenti che spaziavano dall’inizio degli anni 70 fino ad arrivare a modelli dei giorni nostri,tutte tirate a lucido ed alcune appena finite di restaurare e impazienti di essere accese per deliziare i presenti con il rombo di marmitte a spillo e odore di benzine dei bei tempi andati.La moto più pregiata esposta di proprietà del signor Poggi era una TZ 500 soprannominata altPantera Rosa per la sua particolare colorazione che negli anni 80 pilotata da Guido Paci partecipò a vari campionati e conservata esattamente com’era alla sua ultima gara,altra moto stupenda era una TZ 700 colorata come quella che partecipò a Daitona con Giacomo Agostini di proprietà del signor Renzo Ghelfialt,restaurata con cura maniacale ed originale in ogni sua parte,altra moto particolare era la TZ 125 bicilindrica assemblata in versione non ancora definitiva sempre di proprietà del signor Poggi che messa in moto sprigionava dalle sue due marmitte a spillo un sibilo degno di una 250 e davvero emozionante da guidare,oltre a varie TD 250 e TR 350 degli inizi anni 70,TZ E 350 del 1978,TZ G 250 e 350 del 1980 e come già detto alcune TZ dell’epoca moderna.

Insomma una manifestazione ben riuscita che ogni anno permette ai membri del altClub TZ Italia di poter utilizzare in tutta sicurezza le Yamaha da Gran Premio che hanno fatto la storia del motociclismo e che grazie alla loro passione sono state rimesse a nuovo per permettere agli spettatori di rivivere l’atmosfera che c’era quando sui circuiti cittadini si aveva la possibilità di entrare in contatto con la pista,con i piloti,con i meccanici e ovviamente loro..le mitiche Yamaha TZ.

 

 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 14 Luglio 2010 13:12)